Miglior sedia ergonomica per 8 ore in ufficio – Guida all’acquisto

4 consigli per scegliere la migliore sedia da ufficio ergonomica e posturale e dire addio al mal di schiena

Come scegliere la sedia ergonomica adatta a 8 ore di lavoro? 8 ore in ufficio o da casa in smart working non sono certe poche e passare tutto il tempo seduti, magari assumendo posizioni scorrette, non fa certo bene al nostro corpo. Ecco perché è importante fare affidamento sulle sedie ergonomiche da ufficio, che garantiscono il mantenimento di una postura corretta e il massimo comfort, con benefici notevoli anche sulle performance lavorative.

 

1. Fai attenzione al rispetto della normativa

Se sei un datore di lavoro e devi scegliere le sedie da ufficio per i tuoi dipendenti, fai attenzione alla normativa. Il Testo Unico sulla Sicurezza, D.Lgs. 81/2008, contiene tutte le norme che hanno come obiettivo la prevenzione e la tutela della salute sia fisica che mentale dei lavoratori. Le sedie per i lavoratori devono essere stabili, comode e garantire all’utilizzatore una certa libertà di movimento, evitando – al contempo – qualsiasi situazione di pericolo (scivolamento).

 

2. Considera la regolabilità

La regolabilità è una delle caratteristiche fondamentali da considerare per scegliere la migliore sedia ergonomica per 8 ore in ufficio. I componenti della sedia devono essere regolabili (come stabilito dalle norme in vigore), per permettere ai lavoratori di raggiungere il massimo comfort. In particolare la sedie ergonomica per ufficio deve essere regolabile in altezza (per adattarsi alle varie stature e all’altezza dei supporti/scrivanie), ma ci sono anche altre parti che dovrebbero essere regolabili in altezza, profondità e inclinazione, come i braccioli e lo schienale.

Se correttamente regolati i braccioli permettono di rilassare spalle, braccia e collo, mentre uno schienale opportunamente regolato permette di sostenere la zona lombare e di seguire la curvatura naturale della schiena.

 

3. Valuta materiali e accessori

Le sedie ergonomiche per passare al meglio le 8 ore di lavoro in ufficio possono essere realizzate in svariati materiali, ma ce ne sono due che garantiscono il massimo comfort con un occhio particolare all’arredamento (poiché anche l’occhio vuole la sua parte):

  • Ecopelle
  • Tessuti traspiranti

Tra i vantaggi dell’ecopelle figura sicuramente l’eleganza senza tempo, ma non solo. L’ecopelle è un materiale che si pulisce facilmente e vanta una maggiore durabilità rispetto agli altri tessuti.

La migliore alternativa all’ecopelle sono i tessuti traspiranti. Una sedia ergonomica per ufficio capace di isolare la temperatura garantisce un maggior comfort specialmente in estate, poiché non genera calore, non fa sudare più del dovuto e non genere quell’effetto “appiccicoso” particolarmente fastidioso. La buona notizia è che, in questo senso, ormai la maggior parte dei modelli di sedie da ufficio è realizzata in materiali tecnici e traspiranti.

Non solo i materiali sono importanti per scegliere la propria sedia ergonomica da ufficio/casa, ma anche gli accessori. Cuscini lombari, poggiatesta o poggiapiedi sono accessori che possono fare la differenza. Un cuscino ergonomico per lo schienale, per esempio, può aiutare a prevenire o ridurre la sintomatologia lombare, mentre un cuscino ergonomico per la seduta può fungere da antiscivolo e diminuire la pressione sui glutei. Alcune sedie ergonomiche – come la nostra KomfortChair nella sua versione full optional – includono nel prezzo accessori di una certa portata, come gli schienali intercambiabili.

 

4. Scegli una seduta alternata

Il lavoro in ufficio è considerato “comodo” per via del tempo che si passa seduti. Ma è davvero così? Passare 8 ore di lavoro su una sedia scomoda e con una postura scorretta può causare danni irreversibili alla schiena, oltre che un affaticamento generale di tutti i muscoli e le articolazioni. Proprio per risolvere questi problemi, sono diventate molto popolari le cosiddette sedie “inginocchiatoio” che permettono al corpo di assumere una postura più aperta garantendo diminuendo la pressione sulle vertebre e favorendo una migliore circolazione del sangue e una più facile respirazione, oltre che la prevenzione delle tensioni sull’area lombo-sacrale e sui muscoli delle gambe. Passare 8 ore inginocchiati, tuttavia, non è la soluzione ideale perché potrebbe causare un sovraccarico sulle ginocchia. Con l’intento di unire i benefici della seduta inginocchiata e della seduta classica è nata KomfortChair, l’unica sedia 100% italiana con seduta alternata.

KomfortChair permette al corpo di assumere una postura più sana, assecondando la curvatura naturale del corpo e alleggerendo la compressione delle vertebre (responsabile del mal di schiena).

La giusta sedia ergonomica contribuisce in maniera decisiva al benessere e alla salute durante e dopo le 8 ore di lavoro in ufficio e favorisce energia e concentrazione migliorando la performance dei dipendenti. Una sedia ergonomica con seduta alternata, poi, è la soluzione perfetta per avere zero stress sia sulla schiena che sulle ginocchia.

Perché non unire i benefici di una sedia con seduta in ginocchio con quelli di una sedia con seduta classica a norma di legge?